La terza via della sinistra

L’ineguaglianza economica cresce senza sosta nel mondo. Se n’è accorto anche l’Economist, preoccupato: un divario così esteso «riduce la mobilità sociale e compromette la prosperità futura». La voce del liberalismo mondiale non fa sconti a nessuno, la colpa è sia dello Stato che del mercato e, sostiene, è compito del capitalismo dare risposte a « … Leggi tutto La terza via della sinistra

Marx e Morris, il rosso e il verde

Raymond Williams, uno dei padri fondatori dei cultural studies inglesi, in «Socialism and Ecology» (1982) scrive come in Gran Bretagna le due tradizioni abbiano proceduto parallele incontrandosi soltanto nell’Ottocento con William Morris con esiti, ritiene, non brillanti. E questo perché solo il socialismo poteva operare la sintesi. Il socialismo reale è crollato lasciando una condizione … Leggi tutto Marx e Morris, il rosso e il verde

I quaderni di Comenio

Tornare alla pedagogia e alla scuola per tutti. Anni di logiche contabili, riforme dissennate, chiacchiere sul merito hanno annullato un lavoro secolare, da Pestalozzi a Dewey a Paulo Freire, soprattutto per i più piccoli. Consumatori consumati, dei bambini se ne occupano oggi tv, pubblicitari, case farmaceutiche, produttori di videogiochi, tablet, cibo, bevande e abiti griffati, … Leggi tutto I quaderni di Comenio

Tempi da «homo oeconomicus»

Colpisce negli economisti, nei banchieri e nei manager delle grandi imprese l’assenza di empatia. Mario Monti intervistato da Lilli Gruber prima di diventare primo ministro parlando della Grecia si entusiasmava (si fa per dire) per come quel paese stesse facendo in poco tempo un lavoro di dieci anni. Tanto che la giornalista, interdetta, ha dovuto … Leggi tutto Tempi da «homo oeconomicus»

Ritorno alla natura

Se la civiltà è identificata con il dominio sul mondo naturale e l’evoluzione con la presenza pervasiva di tecnologie, la reazione al desiderio di tornare alla natura non è «ma che bella idea!». Eppure è proprio questo il prossimo passo evolutivo: fine della guerra. L’Occidente ha pensato la civilizzazione come emancipazione da uno stato considerato … Leggi tutto Ritorno alla natura

Cigni neri e rivoluzioni

Da circa cinquant’anni classi dirigenti ed esperti non hanno previsto nessuno dei fenomeni sociali, economici,politici che hanno sconvolto nazioni e scosso il mondo. Ogni evento ha suscitato la stessa meraviglia di un’invasione marziana. Cominciamo dagli anni sessanta. Negli opulenti paesi industriali migliaia di giovani in strada gridano i loro sogni. E’ il ’68 degli studenti. … Leggi tutto Cigni neri e rivoluzioni

Libertà dell’ideologia

«Capitalism and Freedom», forse il testo più noto di Milton Friedman, il padre del neo-liberismo, è una pietra miliare della controffensiva lanciata nel dopoguerra dalla destra statunitense contro le politiche dello stato. Nel 1962, anno di pubblicazione, il contesto è la guerra fredda. La tesi di Friedman, sulla scia di «The Road to Serfdom» di … Leggi tutto Libertà dell’ideologia

La coscienza dell’ Ilva

Colpisce nella vicenda drammatica dell’Ilva quanto negli operai sia cresciuta nonostante tutto la consapevolezza dei problemi ambientali. La fabbrica viene difesa con la disperazione di chi si sente stretto tra scelte che non controlla: la necessità di lavorare e i danni alla salute che la produzione provoca, ma non è più quel muro cieco degli … Leggi tutto La coscienza dell’ Ilva

Trasformazioni silenziose

Come si passa da una fase storica a un’altra? Teorie, tante sin dall’antichità. Negli ultimi due secoli il mutamento viene legato all’innovazione tecnologica o alla lotta di classe e si pensa persino a un’evoluzione conclusa con il trionfo del capitalismo, salvo piccole variazioni. Poca attenzione ai mutamenti del contesto culturale che tiene insieme intere epoche. … Leggi tutto Trasformazioni silenziose