Mitologia della ricchezza

Gli interessi economici e politici da soli non vanno lontano, hanno sempre bisogno di un immaginario che li accompagni. Ed è grazie a una mitologia diffusa ovunque negli ultimi trent’anni da pensatoi, università, mass media, mode e pubblicità che oggi si guarda ai super ricchi sempre più ricchi attraverso le fantasie della Scuola di Chicago: … Leggi tutto

L’evoluzione del Messia

Il 21 dicembre il mondo non è finito ma l’attesa mondiale di eventi straordinari non è nuova nella storia: apocalissi e ritorni divini hanno presa nei periodi in cui paura, rabbia e depressione convivono con la speranza di un mondo nuovo. Per gli storici delle Annales i millenarismi «rivelano i fallimenti di adattamento (o di … Leggi tutto

Quale innovazione?

Innovazione è una parola-chiave contemporanea. Le viene assegnato un valore positivo automatico, riversato sulle tecnologie. Motori di potenti cambiamenti mondiali, le novità tecnologiche governano la crescita economica e movimentano la Borsa ma non risolvono gli effetti negativi planetari che la tecnica ha innestato, anzi li aggravano con un continuo gioco al rialzo per creare «macchine» … Leggi tutto

Il prezzo del lavoro

Sul lavorare nell’era del precariato tecnici e politici praticano un riduzionismo che impone a giovani e meno giovani un unico percorso: un lavoro a qualunque condizione, l’ansia per trovarlo e la paura di perderlo. Per i cittadini è la fine del diritto di decidere in che modo vivere, secondo quali desideri e stili di vita. … Leggi tutto

Il «nuovo» di una politica ondivaga

In politica il nuovo dovrebbe essere qualcosa che dia soluzioni efficaci,anche parziali, ai problemi più gravi che il Paese e i cittadini vivono, cambiando quel che va cambiato. Le primarie del centro sinistra, ad esempio, già negli slogan mostrano invece una cultura consumata: la «rottamazione» di Matteo Renzi e l’«usato sicuro» di Pierluigi Bersani sono … Leggi tutto

Humus, semi e giardinieri

Il suolo ha perso il suo manto e i re guaritori sono tornati ad Avalon da tempo. Diecimila anni fa in alcune regioni del mondo cominciò un’era nuova per l’umanità, non più nomadi cacciatori ma agricoltori stanziali. Una lenta transizione avvolta nel mito dell’antenato maestro, storicamente agita dalle donne raccoglitrici. Domesticate alcune specie selvatiche, create … Leggi tutto

I capisaldi dell’alternativa

La ripresa è ancora un miraggio ma sembra che per rinascere dobbiamo uccidere le nostre vocazioni storiche e territoriali per praticare le strategie elaborate dai liberisti globali, valide ovunque senza riguardo per le differenze. Non piace infatti il tessuto produttivo del nostro paese formato soprattutto da piccole e medie imprese, qualità e innovazione nei campi … Leggi tutto

La vita delle parole

Yakamaz è una parola turca, anni fa la più bella del mondo per la rivista tedesca Kulturaustausch. «Il riflesso della luna sull’acqua» è una traduzione che accenna appena. Nella parola vivono creature marine, luci, acqua, imbarcazioni, affetti. Il riflesso, particolare, è creato dai micro organismi che si formano nel mare del Bosforo. Nelle notti di … Leggi tutto

La chiocciola di lllich

Che la globalizzazione sia sbagliata in sé lo mostrano difetti ed errori strutturali, che attengono alla sua forma. La visione economica che ha plasmato il mondo viola i principi e le prassi, naturali e culturali, che hanno consentito all’umanità di vivere, fiorire e permanere nei millenni: varietà, proporzione adeguata, cooperazione, relazione e società. La tendenza … Leggi tutto