Deprecated: version_compare(): Passing null to parameter #2 ($version2) of type string is deprecated in /home/gtdwnilz/public_html/wp-content/plugins/ultimate-addons-for-gutenberg/lib/class-uagb-ast-block-templates.php on line 92

Deprecated: Constant FILTER_SANITIZE_STRING is deprecated in /home/gtdwnilz/public_html/wp-content/plugins/wordpress-seo/src/conditionals/third-party/elementor-edit-conditional.php on line 22

Deprecated: Constant FILTER_SANITIZE_STRING is deprecated in /home/gtdwnilz/public_html/wp-content/plugins/wordpress-seo/src/conditionals/third-party/elementor-edit-conditional.php on line 28
L'Eni ci ripensa: la terra torna agli indios Xavantes - Giuseppina Ciuffreda
Deprecated: strtolower(): Passing null to parameter #1 ($string) of type string is deprecated in /home/gtdwnilz/public_html/wp-content/plugins/wordpress-seo/src/generators/schema-generator.php on line 185

Deprecated: strtolower(): Passing null to parameter #1 ($string) of type string is deprecated in /home/gtdwnilz/public_html/wp-content/plugins/wordpress-seo/src/generators/schema-generator.php on line 185

Deprecated: strtolower(): Passing null to parameter #1 ($string) of type string is deprecated in /home/gtdwnilz/public_html/wp-content/plugins/wordpress-seo/src/generators/schema-generator.php on line 185

L’Eni ci ripensa: la terra torna agli indios Xavantes

L’Eni ci ripensa e dice sì agli Xavante. «Entro 30 giorni verranno avviati I passi formali necessari, siamo alla fine della procedure per restituire la terra agli Xavantes» ha dichiarato Gabriele Cagliari

RIO DE JANEIRO Il presidente dell’Eni ha dato l’annuncio nella conferenza stampa indetta a Rio Palace Hotel, presenti i capi indios. Non una parola invece sull’assenza dell’Eni a Brasilia lunedì scorso, quando governo brasiliano e Xavantes hanno firmato un documento decisivo che apre la strada alla restituzione legale agli Indios di 220mila ettari della Fazenda Suia Missu, in Mato Grosso, dell’Agip Petroli. L’Eni si è resa conto di aver sottovalutato l’incontro di Brasilia – forse non pensava che il governo brasiliano avrebbe firmato il documento – ed ha voluto evitare un’ombra negativa sulla sua immagine «sostenibile», Rio-92 ancora in corso. Mercoledì sera infatti la Campagna nord-sud, il gruppo italiano che per due anni ha gestito la trattativa con l’ Agip Petroli per gli Xavante aveva convocato insieme agli indios una conferenza stampa per denunciare l’assenza dell’Eni. Ma un ultimo chiarimento, cui hanno contribuito Grazia Francescato, presidente del Wwf Italia, i deputati Verdi Fulco Pratesi e Sauro Turroni ha consentito uno sbocco positivo. Il gruppo parlamentare verde italiano ha anche promesso i fondi necessari per interventi di prima necessità chiesti dagli Xavante, Gabriele Cagliari ha ricostruito la vicenda sottolineando che «l’Eni ha ereditato il problema», gli Xavantes sono stati «spostati» – cioè deportati con un aereo militare – quando la Suia Missu, 500 mila ettari in Mato Grosso, apparteneva alla Liquigas. Ora 250 ettari sono stati venduti, 40-50 mila sono pascoli – «ma l’Agip non è più interessata alla produzione agricola» – e i restanti 200mila «sono foresta primaria che dobbiamo mantenere». E nella foresta primaria torneranno gli Xavantes, 50 villaggi, 7000 persone.
La vicenda non è però conclusa. La procedura ha superato la prima fase, ma ora deve essere formalizzala sia dal governo brasiliano sia dall’Eni – la decisione politica è stata presa, è ora necessario un documento amministrativo.
Più grave è la tensione politica nella regione della Suia Missu. Lo hanno spiegato i capi Xavantes, Damiao e Aniceto nella conferenza stampa della Campagna Nord-Sud. Nel novembre prossimo infatti si vota a Alto De Boa Vista, saranno le prime elezioni in assoluto perchè stato riconosciuto come municipio autonomo solo da pochi mesi. E il candidato della destra, legato all’attuale governatore del Mato Grosso, Jaime Campos, per acquistare voti sta fomentando la gente contro gli Xavantes. Altro elemento di tensione è Romao Flor, un fazendero che fa uso di lavoro schiavo, che ha acquistato le terre della Suia Missu confinanti con l’area indigena. Damiao Paridzone è stato chiaro: «Gli Xavantes sono guerrieri, hanno coraggio, non hanno paura. Si organizzeranno per non avere invasioni». «E’ una terra che conosco tutta, ci vivevo dal 1948, mio padre è sepolto là – dice Aniceto – dalla madre terra i fazenderos hanno ricevuto abbastanza in questi anni. Se vogliono la guerra sono loro che hanno più da perdere. Non siamo soli». Ma ora la nostalgia preme l’anima, c’è solo fretta di tornare. «E’ necessario ora un sostegno forte che faciliti il ritorno degli Xavantes. Le vicende di chi dovrà essere spostato dall’aria indigena, ad esempio. “È questo un possibile intervento per la cooperazione italiana” sottolinea Mariano Mampieri, Campagna Nord-­Sud.

Il manifesto 12 giugno 1992


Deprecated: strpos(): Passing null to parameter #1 ($haystack) of type string is deprecated in /home/gtdwnilz/public_html/wp-includes/comment-template.php on line 2522

Lascia un commento